Crea sito

STORIA

CLUB BIANCOROSSO NOVENTA VICENTINA 1965

CLUB BIANCOROSSO NOVENTA VICENTINA 1965 VICENZA CALCIO 1902 FORCATO BISSON SAGGIORATO CORAZZA MASIERO TOGNONI BISSON TREVISAN RAMANCIN

In alto in piedi da sinistra a destra: Forcato Deri, Bisson Armando, Saggiorato Adriano, Corazza Lino, Masiero Giancarlo.
In basso seduti da sinistra a destra: Tognoni Angelo, Bisson Ottorino, Trevisan Dario, Ramancin Valentino.

STEMMA COMUNE DI NOVENTA VICENTINA CLUB BIANCOROSSO NOVENTA VICENTINA

Il Club Biancorosso Noventa Vicentina è stato fondato il 30 Agosto 1965 dai signori Cocco Vittorio, Ramancin Valentino, Saggiorato Adriano, Angeli Bruno e Bisson Ottorino.

Era infatti il lontano 30 Agosto 1965 quando un gruppo di amici si riunì presso il Ristorante "Alla Busa" e nominò il 1° Presidente del Club nella persona di Cocco Vittorio e i quattro Consiglieri: Bisson Ottorino, Saggiorato Adriano, Ramancin Valentino e Angeli Bruno.

Il primo anno gli abbonati allo stadio Menti erano pochi ma l' entusiasmo molto, tanto è vero che l'anno successivo il 1967 i Soci e gli Abbonati si quadruplicarono e diedero modo ai Dirigenti del Club vecchi e nuovi di organizzare parecchie trasferte a partire da quella di Milano per vedere il redivivo "Lion" Vinicio nella tana dell' Inter del mago Herrera.

La crescita dei Soci e degli Abbonati è stata continua e costante a partire dal 1968 ed ha raggiunto il massimo livello (145 Abbonati e quasi 200 Soci) con l' arrivo del noventano Nevio Scala nelle fila del Vicenza Calcio.

Da quell'anno i numerosi tifosi e simpatizzanti di Noventa Vicentina e di alcuni paesi limitrofi ebbero annualmente sempre un punto di riferimento nel Club per organizzare e diffondere la loro passione sportiva per i colori biancorossi per il Vicenza Calcio.

Il Club con il passare degli anni cambiò Sede più volte cambiando quindi dal Ristorante "Alla Busa" al Bar Centrale, dalla "Trattoria da Brocco", alla Trattoria "Caselle".Fino all' inizio degli anni 90 la Sede del Club è stata presso la "Trattoria Brocco" in Via Fioccarde.Attualmente la Sede del Club si trova in Via Marconi 5  all' interno delle Scuola Medie Antonio Fogazzaro e in Via Tagliamento-Are nella località Are di Noventa Vicentina all'interno dell' ex scuola primaria Renzo Pezzani.

I Presidenti che si sono succeduti a dirigere il Club sono stati, dopo il già citato Cocco Vittorio dal 1965 al 1968 Pellegrin Rino dal 1968 al 1970, Ceccato Rino dal 1970 al 1972, Corazza Lino dal 1972 al 1981 e Bisson Ottorino dal 1981.
A questo punto è doveroso ricordare la figura del Presidente Lino Corazza non solo per la sua dolorosa scomparsa, ma soprattutto per la sua notevole professionalità e capacità organizzativa e per aver dato testimone Ottorino Bisson.

Le assemblee dei Soci venivano fatte nella "Sala Paradiso" della Villa Barbarigo ora Municipio di Noventa Vicentina.

Sono stati premiati vari giocatori e in modo particolare Luis Vinicio e Nevio Scala con medaglie d' Oro.

Dobbiamo ringraziare i Soci di Agugliaro, Albettone, Campiglia dei Berici che in quegli anni hanno dato un notevole apporto alla vita del Club.

Il Club organizza numerose gite turistiche non solo in occasione delle trasferte del Vicenza ma anche per manifestazioni culturali e ricreative alle quali i tifosi simpatizzanti hanno sempre partecipato numerosi.

IL CLUB BIANCOROSSO NOVENTA VICENTINA DURANTE I SUOI PRIMI ANNI DI VITA DISTINTI VICENZA CALCIO STADIO ROMEO MENTI

Il Club Biancorosso Noventa Vicentina durante i suoi primi anni di vita.

Trasferta Club Biancorosso Noventa Vicentina.

In basso seduto a destra il presidente Ottorino Bisson. Al centro in piedi l' Avvocato Luigi Arena presidente del Centro Coordinamento Clubs Biancorossi Vicenza.

Ottorino Bisson mentre appende la bandiera biancorossa alla parete durante la cena con Silvio Baldini.

In basso a sinistra seduto il consigliere Adriano Saggiorato; In basso al centro seduto il presidente Ottorino Bisson; In alto a sinistra in piedi il consigliere Michele Meneghetti; In alto al centro in piedi Silvio Baldini; In alto a destra in piedi il consigliere Andrea Melotti.